CONSERVATIVA

CONSERVATIVA

Sotto questo termine vengono annoverate tutte le cure dentarie necessarie per ripristinare la salute dei denti colpiti da carie o da traumi.
Il dente si cura con l’asportazione del tessuto cariato o infetto, mentre il ripristino o ricostruzione della sostanza dentale perduta si effettua mediante materiale da otturazione. Grazie al costante aggiornamento e alla nostra esperienza, siamo in grado di proporre ai nostri pazienti i materiali più affidabili ed innovativo. Infatti le nostre otturazioni vengono effettuate grazie ai compositi, materiali di ultima generazione, privi di sostanze metalliche, costituiti da una matrice organica (resina) che conferisce la plasticità e l’adattabilità all’interno della cavità, e da una parte inorganica (ceramica o vetro) che conferisce la robustezza, la resistenza alle abrasioni e la lucentezza. Vengono ormai usati sia nei settori anteriori (incisivi e canini) per una chiara funzione estetica, sia nei settori posteriori grazie ad una resistenza alle abrasioni e compressioni molto simili ai denti naturali.
Vi è inoltre la possibilità di restaurare l’elemento dentale cariato o danneggiato utilizzando gli Intarsi o le faccette, cioè delle piccole protesi in composito o in porcellana, confezionate nel laboratorio odontotecnico, che riproducono la parte di dente persa per carie o trauma. È una metodica che comporta la presa dell’impronta, la prova e la cementazione finale. In alcuni casi, ad esempio per cavità molto grandi, denti soggetti a particolari stress meccanici, incisivi esteticamente irrecuperabili, l’intarsio o la faccetta è il modo migliore per il ripristinare la funzione e l’estetica degli elementi dentari.

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-93483447-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');