PREVENZIONE ALLA CARIE

PREVENZIONE ALLA CARIE

La Scuola del Sorriso offre un protocollo certo ed affidabile per evitare che il bambino soffra della malattia più comune nei paesi più industrializzati: LA CARIE.

Consigli utili:

L’età gioca un ruolo fondamentale. Il bambino dovrebbe effettuare la prima visita dal dentista il prima possibile. Intorno ai tre anni e mezzo, infatti, è già capace di interagire con l’ambiente circostante.

L’educazione all’igiene orale sia domiciliare che professionale è la prima forma di prevenzione.

Con l’eliminazione costante di placca e tartaro il rischio di avere denti cariati si abbassa di gran lunga.

Una delle armi chimiche che abbiamo contro la carie è la Fluoroprofilassi.

Il Fluoro è uno ione negativo che si lega ai prismi di Idrossiapatite che formano lo smalto trasformandoli in prismi di Fluoriidrossiapatite, che hanno una struttura chimica più resistente agli attacchi acidi dei batteri.

La fluoroprofilassi viene fatta in due modi: sistemica o topica.

La prima viene consigliata da 0 a 4 anni, tramite le gocce o le compresse di fluoro, 0.25 mg da 0 a 2 anni, 0.50 mg da 2 a 4 anni.

Dal quarto anno in poi la somministrazione del Fluoro viene fatta in maniera topica, ovvero direttamente sulla superficie dentale.

Dopo ogni igiene orale applichiamo un gel ad alta concentrazione che si lega allo smalto immaturo dei denti neo erotti. Si consiglia di fare questi impacchi di fluoro, fino a 14 anni.

La carie in età pediatrica ha la caratteristica di attaccare i denti permanenti sul piano occlusale, ed in particolar modo con partenza dai solchi dentali, ovvero le depressioni che esistono sulla superficie dei denti.

Per ovviare a questo problema possiamo agire con una protezione meccanica con le sigillature dei suddetti solchi, questa operazione chiamata sigillatura dei solchi, fa parte delle linee guida di prevenzione del Ministero della Salute.

Tutto questo sommato ad un Igiene Orale professionale fatta negli intervalli giusti può garantire una prevenzione più che sufficiente per riuscire a portare i nostri figli all’età di 14 anni senza carie.

Ma come facciamo a conoscere quali sono gli intervalli di tempo corretti tra una igiene ed un’altra?

Ogni bambino ha la sua cario recettività, ovvero la capacità di sviluppare carie, in base alla presenza o meno di batteri criogeni, Streptocco Mutans e Lactobacilli.

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-93483447-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');